de-DEen-USit-ITru-RU

Sterilità

Per la maggioranza delle coppie il desiderio di maternità si esaudisce spontaneamente. Ciò nonostante circa il 20% delle coppie presenta un problema di sterilità. Le cause sono rappresentate per circa un 40% da fattori femminili e per un 40% da fattori maschili, in circa 10% i fattori sono riferibili ad ambedue i partner e circa in un 5% le cause della sterilità rimangono sconosciute nonostante esami approfonditi (= sterilità idiopatica). Il presupposto per eseguire una terapia contro la sterilità è la stabilità della coppia, e deve sempre essere posta l’attenzione per la salute del nascituro impiegando metodiche riconosciute.


INFORMAZIONI GENERALI

In un ciclo spontaneo si assiste, circa due settimane dopo la mestruazione, a livello delle ovaie femminili alla maturazione di un solo follicolo contenente un ovocita. Per effetto di una regolazione ormonale complessa questo follicolo arriva all’ovulazione. L’ovocita maturo viene accolto dalle fimbrie tubariche e trasportato verso l’utero materno. Se vi è stato un rapporto fecondante gli spermatozoi depositati a livello vaginale percorrono il collo e la cavità dell’utero, passano nelle tube e solo uno spermatozoo riesce a penetrare e fecondare l’ovocita. L’ovocita fecondato si dividerà dando vita ad un embrione che dalla tuba arriverà, dopo circa 4/5 giorni, nella cavità uterina dove si potrà impiantare.

COSA POTETE FARE?

Considerate sempre che per esaudire il desiderio di una gravidanza, oltre a seguire gli esami e le procedure mediche indicate, potete intervenire con adeguati stili di vita per aumentare le possibilità affinché una gravidanza si instauri e proceda.

NUTRIZIONE

Il metabolismo costituisce un forte elemento determinante l’assetto ormonale corretto (sovrappeso e sottopeso).

Si consiglia una dieta ricca di proteine e vitamine che sostituisca l’eccesso di grassi e carboidrati. Proteine animali sono contenute soprattutto nei derivati del latte, nella carne, nel pesce, nelle uova. Proteine vegetali sono contenute in grandi quantità in legumi, fagioli, soia, lenticchie, piselli e in molte verdure soprattutto alghe e funghi. Ricchi di vitamine sono la frutta e le verdure. L´assunzione di carboidrati (pane, farinacei, zucchero, patate) e di grassi (olio, burro) deve essere ridotta. Questo è particolarmente rilevante nei pazienti in sovrappeso. L’assunzione di alcol (in qualunque forma) è consentita solo in quantità modiche, va assolutamente abolito qualora ci sia una sofferenza epatica.

FUMO

È accertato che la nicotina svolge un ruolo fortemente negativo sulla fertilità sia femminile che maschile. Le sostanze tossiche del fumo producono inoltre dei danni al bimbo durante lo sviluppo uterino. Infatti i neonati di fumatrice sono generalmente di più basso peso e sono più soggetti a contrarre più patologie. Una donna può dare un grosso contributo per favorire uno sviluppo di un bimbo sano soprattutto se sospende il fumo almeno 2-3 mesi prima della terapia. Numerosi studi dimostrano che le chance di una gravidanza sana sono nettamente ridotte quando anche solo un componente della coppiar è un forte fumatore.

FATTORI AMBIENTALI

Numerose sostanze tossiche presenti nell’ambiente ad esempio tossici in determinati processi lavorativi, radiazioni, anticrittogamici ecc. possono determinare un ridotto peso neonatale alla nascita, un aumento di abortività, malformazioni e anche un aumento di rischio tumorale. È stata dimostrata una maggiore incidenza di tumori polmonari nell’uomo quando il padre era esposto a vapori di cromo durante l’attività lavorativa. Per queste ragioni nel caso di attività professionali a rischio con persone devono per quanto possibile programmare una gravidanza in un periodo di allontanamento di almeno un paio di mesi dall’esposizione di tossici riconosciuti. Questo periodo permette una rigenerazione migliore dei gameti. Anche durante la gravidanza si deve cercare di non soggiornare inutilmente in ambienti malsani.

PREVENZIONE DELLE MALFORMAZIONI

La malformazione neonatale più frequente è rappresentata dalla spina bifida e l’incidenza è notevolmente ridotta dall´assunzione preconcezionale ed in gravidanza di preparati contenenti acido folico (es. Fertilovit F®). Con questo semplice accorgimento l’incidenza di questa anomalia può essere ridotta del 50-70%. Anche altri difetti come labbro- palatoschisi, alterazioni del sistema cardiovascolare, del sistema urinario e delle estremità possono essere ridotte dall’assunzione di adeguate quantità di acido folico.

Pilsen


Centri Fivet Prof. Zech
Austria
FIVET Bregenz
Tel.: +43 5574 44836
zech@ivf.at
Austria
IVF Salisburgo
Tel.: +43 662 9010 5000
office@salzburg.ivf.at
Svizzera
IVF Niederuzwil
Tel.: +41 71 950 1580
zech@fivet-ivf.ch
Liechtenstein
IVF Vaduz
Tel.: +423 237 6655
zech@ivf.li
Repubblica Ceca
IVF Pilsen
Tel.: +42 0377 279 350
zech@ivf-institut.cz
Italia
IVF Merano/Eubios
Tel.: +39 0473 270470
zech@fivet-ivf.it
Nigeria
The Bridge Clinics
Lagos State, Nigeria
Tel.: +234 1 461 9006